wp_4258095

Design animato

by wp_4258095 |novembre 6, 2017 |0 Comments | Uncategorized | , , ,

Brocche, vasi, luci e drappeggi escono dalla tela per dare vita a piccole scenografie domestiche. Un surreale effetto pop-up giocato sull’assonanza di forme e color.
Come quadri pop-up, luci e oggetti ispirati alle opere d’artista escono dalla tela per animare apparecchiature surreali. In un gioco di assonanze cromatiche e formali.

La bulimia della cabina armadio

by wp_4258095 |novembre 1, 2017 |0 Comments | Blogs | ,

La fame di metri quadri è costante. Non solo per la naturale tendenza all’accumulo del genere umano, ma perché il nostro modo di abitare sta cambiando.

La verità è che non è mai abbastanza. Abbastanza grande da contenere tutto: troppe scarpe, troppe borse, troppe giacche. L’armadio non decresce mai ma, di anno in anno, si riempie come un fiume in piena che non conosce periodi di siccità. Inonda gli spazi di casa fino a conquistare una stanza tutta per sé: la cabina armadio. Per Carrie Bradshaw, protagonista di Sex and the city, il cambio armadio – nel vero senso del termine – accompagna addirittura la sua svolta di vita: dal colorato guardaroba
nell’appartamento da scrittrice single, passa all’elegantissimo spazio dedicato ai vestiti che Mr. Big le regala nel loro nuovo nido d’amore. Proprio dove le chiede di sposarlo. Nell’immaginario collettivo questo romanticismo rimane tuttavia all’ombra della stessa cabina armadio, che è a tutti gli effetti l’oggetto più desiderato di tutto il film.

«L’abbigliamento è apparire e la cabina armadio è ormai ben lontana dall’uso funzionale di conservazione del passato. La società è sempre più edonista, tanto che abiti e accessori diventano oggetto di culto, da mettere in evidenza. Non ci vestiamo più per necessità, ma per volontà di comunicare: rispecchia il nostro umore e la nostra personalità».

Da qui, il passaggio dall’armadio chiuso a chiave, ad allestimenti liberi e scaffali aperti, dove scarpe e borse sono messe in mostra come in un museo o un bazar.

Berloni #sempredipiù

by wp_4258095 |settembre 30, 2017 |0 Comments | Uncategorized |

Ci sono 3 cose nella vita che non tornano mai indietro:
le parole, il tempo e LE OCCASIONI PERSE

NUOVA PROMOZIONE BERLONI !

 

 

Cucina nuova, vita più sana

by wp_4258095 |settembre 28, 2017 |0 Comments | Blogs

È quanto emerge da uno studio condotto da Houzz: chi ristruttura questo ambiente è portato a mangiare spesso in casa e a consumare più frutta e verdura.

Rinnovare la cucina stimola a uno stile di vita più sano. È quello che emerge dalla ricerca annuale condotta da Houzz, piattaforma online  sulle ultime tendenze della casa.
Si preparano sempre più pasti nella propria cucina (29 per cento), diminuiscono le richieste di cibo da asporto (23 per cento) e si consumano maggiormente frutta e verdura (21 per cento) mangiando seduti a tavola (25 per cento). Questi i risultati dell’analisi fatta su un campione di 578 proprietari di casa che sta rinnovando, ha appena rinnovato o ha intenzione di rinnovare la propria cucina a breve.
Quello che si registra è
un ritorno alle origini e alle sane e buone abitudini, come ci racconta Mattia Perroni, amministratore delegato di Houzz Italia. «Sta crescendo la tendenza ad abitare sempre più a lungo nella stessa casa», dice. Spiegando come dietro la ristrutturazione della cucina, non ci sia la volontà di rivalutare il valore dell’immobile, ma di assumere abitudini quotidiane più salutari. Come trascorre più tempo con amici e familiari.


Altri dati
– Budget considerevoli. Nel 2016, quasi un terzo degli italiani ha speso più di 10.000 euro per il rinnovo della cucina (31 per cento). Il 35 per cento ha speso invece tra i 5.000 euro e i 10.000 euro.
– Lo stile. In cima alle preferenze degli italiani troviamo lo stile moderno e contemporaneo (31 per cento), seguito dallo stile industriale, country e scandinavo (tutti al 6 per cento).
– Mobiletti personalizzati. La scelta dei mobiletti per la cucina ricade per il 67 per cento degli italiani su soluzioni su misura e personalizzabili. Il 19 per cento sceglie invece mobiletti prefabbricati e il solo 13 per cento opta per soluzioni in pronta consegna.
– Cucine più grandi e aperte. È sempre diffuso il desiderio di open space. Il 52 per cento delle cucine rinnovate sono più aperte verso le stanze adiacenti e la loro superficie viene ampliata (51 per cento). Grazie a spazi più ampi e accoglienti, la cucina diventa un luogo di raccolta: il 46 per cento degli italiani ci trascorre più tempo, anche in compagnia dei familiari.
– Colori classici. I colori prescelti sono quelli che non stancano con il passare del tempo, questo include elettrodomestici in acciaio inox (59 per cento), mobili bianchi (40 per cento) e pavimentazione grigia (20 per cento).
– L’aspetto dei materiali conta. Per i piani di lavoro è prioritario scegliere materiali facili da pulire (50 per cento), mentre altre motivazioni alla scelta del materiale sono la durabilità (38 per cento) e l’aspetto e sensazione al tatto (36 per cento). Per la pavimentazione è invece importante l’impatto visivo (64 per cento), la praticità nel pulire (53 per cento) e la durevolezza (50 per cento).
– Professionisti coinvolti. La maggioranza degli italiani assume professionisti per seguire la ristrutturazione della cucina (80 per cento), inclusi tecnici specializzati (42 per cento), architetti (29 per cento) e progettisti di cucine (29 per cento)

 

Torta della nonna

by wp_4258095 |settembre 22, 2017 |0 Comments | Blogs |

La torta della nonna è una delle torte classiche della tradizione pasticcera italiana. Si tratta di un dolce molto semplice, preparato con un involucro di pasta frolla che racchiude una delicatissima crema pasticcera aromatizzata alla vaniglia. La torta viene poi decorata con dei pinoli tostati ed abbondnate zucchero a velo. In effetti è proprio il suo aspetto che la caratterizza e permette a questa torta di essere riconosciuta tra mille altri tipi di dolci.

La ricetta originale della torta della nonna prevede la preparazione con due dischi di pasta frolla che vanno a racchiudere il ripieno di crema, non mancano tuttavia versioni alternative che non prevedono un disco di pasta di copertura. Per la decorazione si utilizzano i pinoli, che possono essere tostati e poi disposti sulla torta oppure sistemati sulla torta prima che questa venga infornata, la scelta è del tutto personale e dipende dai gusti. La crema utilizzata per preparare la torta della nonna è la crema pasticcera, ma siste sostenitori dell’innovazioni e vi piace scoprire ed assaporare gusti nuovi, provatela anche con un ripieno di crema al cioccolato.

Se volete far assaporare ai vostri figli tutto il buon sapore delle torte di una volta, se volete preparare un dolce tradizionale o se volete stupire con effetti speciali la vostra nonna, è il momento di mettersi all’opera e preparare questo dolce, armandovi di tutto l’amore e la passione che le nostre nonne ci mettevano e ci mettono a fare le cose!

Come fare la torta della nonna

Un dolce tradizionale che sprigiona tutto il buon sapore di una semplice e gustosa torta fatta in casa

 

Oggi volevamo presentarvi STILEMA

by wp_4258095 |gennaio 30, 2017 |0 Comments | Uncategorized | , , ,

Oggi volevamo presentarvi STILEMA

un’azienda leader del classico. Stilema si distingue per la sua capacità di interpretare lo stile della patria dell’arte rinascimentale: Urbino. Terra dinamica, forte e generosa, dove la tradizione del passato è rimasta attuale. Stilema è un classico d’autore, l’erede diretto della vena artistica dei maestri ebanisti che hanno reso nobili le dolci colline del Montefeltro.

Pouf Alicia e Gregory

by wp_4258095 |gennaio 30, 2017 |0 Comments | Blogs |

Pouf ALICIA e GREGORY…. pouf imbottiti per arricchire la tua camera!

Sunny

by wp_4258095 |gennaio 30, 2017 |0 Comments | Blogs | ,

SUNNY è un modello giovane, contemporaneo e disimpegnato. Una cucina che nasce con l’intento di portare un tocco di calore in casa, mantenendo la freschezza della primavera, soleggiata, calda, ma con la brezza della stagione di mezzo. Combinazioni infinite di elementi laccati con quelli in finitura fiammata legno, come un gioco di luce ed ombra.

Ginevra

by wp_4258095 |gennaio 3, 2017 |0 Comments | Blogs | ,

GINEVRA è una città conosciuta per la produzione di strumenti di precisione.

read more

Il divano: patrimonio mondiale del nun esco

by wp_4258095 |gennaio 1, 2017 |0 Comments | Blogs |

Il divano: patrimonio mondiale del nun esco